Programma

Il programma sarà stabilito una volta valutato il livello di ogni singolo allievo.

OBIETTIVI MINIMI

  • Analisi e ascolto dei più importanti esecutori e imitazione primordiale dei movimenti.
  • Apprendimento delle regole fondamentali da applicare per imparare a suonare il violino e consolidamento di eventuali competenze precedentemente acquisite.
  • Sviluppo della capacità espressiva personale e gestione matura del palco.
  • Applicazione efficace delle tecniche di studio in fase di apprendimento di nuovi brani e sviluppo della lettura a prima vista.
  • Comprensione e acquisizione delle tecniche per cogliere le intenzioni compositive degli autori individuati durante il percorso di studio.

FINALITÀ SPECIFICHE
I) Mano sinistra:

  • Posizione corretta di avambraccio, polso e pollice per una gestione naturale ed efficace della mano sulla tastiera. Apprendimento della tecnica fondamentale per le variazioni di posizione.
  • Sviluppo dell’intonazione tramite scale e arpeggi.
  • Studio degli abbellimenti (acciaccature, gruppetti, appoggiature, mordenti e trilli).
  • Consolidamento e applicazione del vibrato e nei brani di repertorio, fondamentale per lo sviluppo di una capacità espressiva personale.
  • Studio di armonici naturali e artificiali, pizzicato di mano sinistra (tramite esecuzione di brani di media e alta difficoltà).

II) Mano destra (arco):

  • Analisi dei diversi punti dell’arco e le differenze di peso, dal tallone alla punta. Come sfruttarle per una migliore gestione della mano destra.
  • Posizione corretta della mano sull’arco e dell’arco stesso. Gestione degli spazi (tra tastiera e ponticello).
  • Consolidamento e affinamento dei vari colpi d’arco.
  • Produzione di un suono mirato, tramite la gestione ottimale di velocità e pressione.

III) Scale e arpeggi

Lo studio delle scale è estremamente importante per il rafforzamento delle tecniche esecutive. Nello specifico:

  • Scale maggiori e minori a una, due e tre ottave con relativi arpeggi. Con e senza varianti ritmiche.
  • Scale a terze e ottave (alternate e simultanee).

MATERIALE DIDATICO

I) Scale e arpeggi

  • Schininà, Balboni, Flesch.

II) Tecnica

  • Sevcik op 1,2 e 7, Sitt (100 studi) op 32, Schradiek vol. I.

III) Studi

  • Curci 50 studietti melodici e 24 studi in prima posizione, Mazas op. 36 I libro (Ivan Galamian), Kayyser II volume, Kreutzer 42 studi a corde semplici e doppie, Polo (studi a doppie corde).

 

 

Costi
Corsi individuali residenti 200 euro
Corsi individuali non residenti 250 euro

Programma del Corso

Nessun programma trovato !
4 STUDENTI ISCRITTI
Design © IntuAgency
X