Base

Name

Linda Valori

Bio

Cosa dicono di Linda Valori

Steve Jones (Crossroad Blues) “Cosa ottieni mescolando un po’ di dive jazz e blues come Martha Reeves, Ruth Brown e Sarah Vaughn insieme alla vecchia scuola di Piera Angeli e alla lirica di Cecilia Bartoli insieme a una buona dose di talento originale? Beh, potresti ottenere qualcosa come questa donna, Linda Valori”.

Ron Wynn (The All Music Guide to Jazz, critico musicale, autore, and all-music editor): Linda Valori può cantare qualsiasi cosa con stile e grazia. E dotata di grande estensione, un suono splendido e una esecuzione impeccabile e fluida allo stesso tempo. Ha inoltre un’altra qualità speciale che non può essere appresa: una vera profonda sensibilità. Sebbene abbia cantato pop, lirica, i veri amori di Linda Valori sono il blues, il Jazz e l’R&B puro – non quello stile greve che oggi domina le radio, ma il tesoro classico degli ultimi 70 anni che ha influenzato l’essenza di tutta la musica popolare. Un italiano potrebbe considerare strane queste preferenze musicali, ma Linda non vede nulla di strano in tutto questo. “Non sono stata io a scegliere di cantare il blues”, sostiene la Valori. “Il blues ha scelto me! È sempre stato così naturale. Ho provato tanti altri generi, ma il blues e l’R&B sono sempre stati il mio primo amore; hanno sempre fatto parte di me”. La padronanza blues di Linda Valori e l’adattamento delle tipiche pause che il genere richiede, le inflessioni enfatiche e l’acume narrativo sono stati perfezionati in modo non convenzionale così come è stato l’approccio alla chitarra elettrica di Muddy Waters o gli assoli vorticosi di armonica di Little Walter Jacobs. Lo straordinario potere e le notevoli sfumature espressive che emergono durante le sue esibizioni, li ha sviluppati usando qualcosa di assolutamente non-musicale. Questo è ciò che il blues ha da sempre documentato: le esperienze, l’angoscia e il dolore, ma anche l’astuzia, l’umorismo e la flessibilità di un popolo. Sebbene nato e immerso nell’esperienza Nera, il colore della pelle non è mai stata la prerogativa principale per cantare il genere blues – il blues è un’autentica espressione umana. Richiede l’abilità di comunicare con autorevolezza e onestà. Linda possiede certamente tali doti che ha utilizzato esibendosi per ben nove volte volte dinanzi a tre Papi diversi (Papa Giovanni Paolo II, Papa Benedetto XVI, Papa francesco I). Per Linda non ci sono dubbi sul fatto che, qualunque cosa canti, è in grado di raggiungere e trovare il blues che esiste, senza preoccuparsi né del luogo, né del pubblico per cui si esibisce. Chiunque ami la musica Jazz ed il Blues in particolare sentirà come Linda Valori canta con energia e vera passione. Non imita nessuno – per lei le canzoni Blues e R&B sono parte integrante della sua vita proprio come lo sono per gli artisti Blues americani. Linda Valori è realtà vera.

Silvano Brambilla: (Il Blues magazine) “Linda è ora un prezioso patrimonio della musica blues”

Vincenzo Mollica: “La voce meravigliosa e irripetibile di Linda Valori riesce a far ballare anche l’anima”

Massimo Ranieri: “Se hai la fortuna di ascoltare Linda Valori, scoprirai la vera regina del genere musicale R&B”.

Biografia
Linda Valori è indiscutibilmente una delle cantanti Soul Jazz Blues di punta del panorama europeo odierno. Linda deve essere sentita e vissuta (di persona). Anche se con numerosi ingaggi televisivi in Rai (Festival di San Remo, Music Farm, L’anno che verrà) e teatrali (Pasolini Scrive, Tutte donne tranne me con Massimo Ranieri), non ha mai nascosto la sua naturale propensione e passione per il Jazz, Blues, il Soul e affini. La sua formazione musicale infatti è caratterizzata dalle contaminazioni, grazie alle quali riesce sempre a rendere personali sia le interpretazioni che le composizioni originali. Per quello che concerne gli eventi di grossa visibilità, viene anche invitata ad esibirsi per ben nove volte davanti ai Pontefici Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco I nel corso di 15 anni. Nel 2005 interpreta la colonna sonora del cartone animato della Walt Disney Chicken Little (In questo ruolo Linda sostituisce la grande voce di Patti LaBelle). La parentesi pop coronata da uscite discografiche e concerti in tutta Europa lascia il posto nel gennaio 2013 al Soul e al Blues: vola negli USA a Chicago (dove Linda soggiorna per svariati anni) e pubblica l’album “Days like this” prodotto, registrato e mixato in USA da Larry Skoller, famoso produttore/musicista della black music, detentore di due Grammy Awards. Il lavoro è stato realizzato con la collaborazione straordinaria di musicisti quali Keith Henderson (chitarra), Tim Gant (tastiere) collaboratore di DeeDee Bridgewater, Bill Dickens (basso) collaboratore di Aretha Franklin e Khari Parker (batteria) collaboratore di Beyoncè. Questa esperienza è stata seguita da un tour con gli stessi musicisti. Il disco è una sorta di ripartenza per lo stile musicale di Linda, una linea di demarcazione tra le due carriere artistiche che la porta ai vertici della stima anche in ambienti specializzati sulla musica Soul Jazz Blues internazionale.
1995. Premio “Una Nuova Voce Italiana” (premio vincitore assoluto e premio della critica) – Milano
2000. Premio “Voci Nuove” (primo premio e premio della critica) – S. Benedetto del Tronto (AP)
2002. Primo premio Mia Martini (primo premio e premio della critica con un mio brano “E Vai”)
2004. Terzo posto al Festival di Sanremo e premio della critica
2004. Premio artista per la pace dell’anno – Assisi festival
2005. Premio “Goldenstag”-CERBUL DE AUR- europeo (15 nazioni partecipanti; primo premio per “Domani Stai con Me” canzone di cui è autrice del testo) – Brasov Romania
2005. Premio Mediterraneo della Musica – Conversano(BA)
2006. Premio Festival del Mediterraneo Megahit di Fethye-Turchia (14 nazioni partecipanti : premio vincitore assoluto, premio della critica, premio miglior arrangiamento, premio miglior testo, premio migliore melodia) – Fethye ed Istanbul
2006. Premio Lucio Battisti – Poggio Bustone
2009. Premio Nino Rota (Premio per “Favola” mia composizione) 4 volte premiata come marchigiana dell’anno nel settore Musica (Notte degli oscar marchigiani)
2019. Premio speciale della giuria Gentile da Fabriano (premiati: Nicola Piovani, Pupi Avati, Piero Angela, Ennio Morricone nella passata edizione)

Percorso didattico
Laureata con lode all’Università degli studi di Urbino con il premio per migliore elaborato dal titolo “LA MUSICA TRA OGGETTO E SOGGETTO: TH. ADORNO, BLOCH E IL XX SECOLO” relatore: Galliano Crinella.
Abilitata all’insegnamento, educatrice musicale, master corso alta formazione universitaria in vocologia con il dottor F. Fussi presso l’Università di medicina di Bologna con sede a Ravenna, master in psicologia dello sport , diplomata in naturopatia scientifica presso l’UniPsi di Torino, coordinatrice e progettista didattica e relatrice di convegni e corsi. Insegnante dal 1999 in strutture pubbliche e private.

Biografia
Linda Valori, conosciuta come Linda (San Benedetto del Tronto, 3 settembre 1978), è una cantante, cantautrice e compositrice italiana. Figlia di madre rumena e padre italiano. Scoperta da Tony Renis e Simona Ventura, partecipa al festival di Sanremo 2004 con “Aria, sole, terra e mare”, e conquista il terzo posto. Nel 2005 partecipa al reality show Music farm, successivamente pubblica il primo album “La forma delle nuvole” che contiene il singolo “Domani stai con me” (scritta in collaborazione con Gary Barlow compositore e cantante dei Take That) con il quale vince il concorso canoro internazionale Cerbul de Aur a Brașov in Romania (22 le nazioni partecipanti). Viene invitata a esibirsi per 9 volte davanti ai pontefici Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco. Nel 2007 partecipa allo spettacolo televisivo e teatrale “Tutte donne tranne me” di Massimo Ranieri, con il quale incide la cover di “Se bruciasse la città”. Nell’estate del 2008 incide il singolo “Pasolini scrive”, scritto da Maurizio Fabrizio (con le citazioni di Pier Paolo Pasolini), brano contenuto nel secondo album “Tutti quelli” pubblicato nel 2010. Nel 2013, dopo alcuni anni di collaborazione con Raisin’ Music, società di produzione discografica di Chicago e Larry Skoller, esce l’album Days Like This.

Gli esordi

Già nel 1995 è attiva nel mondo della musica, quando vince il 2º premio della critica al concorso nazionale “Una nuova voce italiana” tenutosi a Milano. Nell’estate del 1997 esce con i brani “Disco Fever” e “Celebration”, nel progetto Carl ft. Music Mind. Nel 2000 partecipa al concorso nazionale “Voci nuove” e vince il premio per la migliore espressione vocale, supera le selezioni del programma “Popstars”, andato in onda su Italia 1, senza però entrare a far parte delle cinque ragazze che hanno composto le Lollipop.

Il terzo posto a Sanremo

Nel 2002 vince il premio Mia Martini “Giovani per l’Europa”, e nel 2004 partecipa alla 54ª edizione del festival di Sanremo con la canzone “Aria sole terra e mare”, posizionandosi al terzo posto della classifica generale.

L’incontro con Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI

Dopo il terzo posto al Festival di Sanremo 2004 Linda si esibisce il 1º aprile 2004 per Papa Giovanni Paolo II, davanti ai 20.000 giovani arrivati in piazza San Pietro a Roma in occasione della Giornata mondiale della gioventù. Pochi giorni dopo, sempre a Roma, ma in Piazza San Giovanni, partecipa al concerto 50º “Canzonissima” per la Rai. Il 4 settembre è stata chiamata a cantare nuovamente per l’arrivo del Papa Giovanni Paolo II a Loreto, nelle Marche, in occasione del meeting dell’Azione cattolica. L’estate successiva, Linda partecipa a “Una voce per la pace” a San Giovanni Rotondo. Invitata al festival di Assisi è stata insignita del premio “Giovane artista per la pace”. Il 28 maggio 2005, Linda è a Bari, in occasione del congresso eucaristico dove ha avuto l’opportunità di cantare in occasione della giornata di festa organizzata per l’arrivo del Pontefice Benedetto XVI.
Il 10 giugno 2005 pubblica il suo primo album “La forma delle nuvole”. A settembre dello stesso anno è ospite in occasione della XX Giornata mondiale della gioventù a Colonia. Nell’estate 2006 Linda è impegnata nel “La forma delle nuvole tour”, che prevede più di 40 date, ed è tra i protagonisti della Messa Umilis in versione lirica a Castel Gandolfo. Nel 2011 duetta insieme al cantante Gatto Panceri in occasione del XXV congresso eucaristico nazionale ad Ancona trasmesso in diretta da Rai Uno.

Massimo Ranieri

Dal 2006 inizia la collaborazione con Massimo Ranieri, prima con l’incisione del nuovo album dell’artista napoletano nel brano “Se bruciasse la città”, poi con la partecipazione alla trasmissione televisiva “Tutte donne tranne me” nel quale Linda è ospite fissa. Il sodalizio artistico con Ranieri è proseguito nella versione teatrale del programma televisivo, portando Linda a esibirsi nelle maggiori piazze del Bel paese, partendo da Napoli, passando per piazza San Marco a Venezia e lo stadio Olimpico di Roma. La lunga esperienza artistica con Ranieri avvicina Linda al compositore e cantante Maurizio Fabrizio, con il quale scrive “Pasolini scrive” e altri brani, edito come singolo nell’estate del 2008 e successivamente contenuto dell’album “Tutti quelli” del 2010. Televisione La notte del 31 dicembre 2004 partecipa allo show Rai “L’anno che verrà” organizzato da Rai Uno a Rimini e condotto da Carlo Conti. Nel febbraio del 2005, dopo diverse apparizioni in programmi televisivi della Rai, è stata scelta per entrare a far parte, insieme ad altri dieci cantanti italiani, del cast di Music Farm, il reality show di Rai Due dedicato alla musica. Dal 2008 al 2009 partecipa come ospite fissa al programma televisivo Rai “Domenica In” condotto da Lorena Bianchetti. Nel 2009 e 2010 partecipa nuovamente alle edizioni della trasmissione Rai “L’anno che verrà”, condotte da Fabrizio Frizzi (2009),

Pino Insegno e Mara Venier (2010).

Nell’autunno 2010 presenta il suo singolo “Quelli che”, brano che anticipa la pubblicazione del secondo album, “Tutti quelli”, pubblicato nel dicembre dello stesso anno dall’etichetta discografica Nar International. Nel 2011 viene chiamata dalla Benetton per interpretare la canzone di Nina Simone “Ain’t got no I’ve got life” che verrà inserita come colonna sonora nello spot pubblicitario della collezione abbigliamento autunno/inverno dello stesso anno.

Fuori dall’Italia

Nel 2004 vince la 3ª edizione del festival del Mediterraneo a Fethiye in Turchia, ricevendo il premio della critica, miglior testo, miglior melodia e miglior arrangiamento. Dopo i numerosi concerti in Italia, espatria con delle tappe all’estero e con una tournée negli Stati Uniti dov’è stata impegnata in una serie di appuntamenti musicali, partecipando, a dicembre, con Sanremo nel mondo ad Atlantic City. Nel settembre del 2005 vince il concorso internazionale Cerbul de Aur, a Brașov, in Romania.

Walt Disney

Nel 2005 interpreta la colonna sonora del cartone animato della Walt Disney “Chicken Little” uscito nelle sale cinematografiche italiane il 2 dicembre. In questo ruolo Linda sostituisce la grande voce di Patti LaBelle nel brano “Muoviti”. In concomitanza con l’uscita del film viaggia di pari passo il lancio del singolo “L’anima che ho”, tratto dall’album “La forma delle nuvole”. L’album “Days Like This” e Chicago. Nel gennaio 2013 esce l’album “Days Like This”. Il lavoro è stato realizzato con la collaborazione di Larry Skoller (direzione artistica) e di musicisti quali Keith Henderson (chitarra), Tim Gant (tastiere), Bill Dickens (basso) collaboratore di Aretha Franklin e Khari Parker (batteria). Il mixaggio, registrazione e masterizzazione sono stati affidati all’ing. Blaise Barton – vincitore nell’anno 2010 di un Grammy Award nella sezione Engineers/mixers – categoria Best traditional blues album.

L’incontro con Papa Francesco

Nell’ottobre 2013 viene invitata da Papa Francesco in piazza San Pietro per “l’Incontro con le famiglie”. Nel luglio 2014 viene nuovamente invitata per “l’Incontro dei giovani” e Papa Francesco in Molise. Dopo l’esperienza americana e tours mondiali, Linda è in prossimità dell’uscita del suo nuovo album scritto interamente da lei dove le contaminazioni musicali dell’artista e la sua straordinaria creatività compositiva fanno capolino.

Da wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Linda_Valori
a cui si rimanda per ogni nota e testimonianza giornalistica.

Design © IntuAgency
X